Come aggiornare MySQL senza commettere errori: guida step by step

La tua versione di MySQL non è aggiornata? Scopri come eseguire l’aggiornamento senza commettere errori.
aggiornare MySQL

MySQL è uno di quei programmi che troviamo spesso presente nei pacchetti di hosting. Infatti quando scegliamo l’hosting per il nostro sito, vediamo indicato MySQL versione X.XX.XX o comunque qualcosa di simile. Ma allora cos’è MySQL e perché è così importante conoscere la versione di MySQL installata? Nelle prossime righe scoprirai tutto ciò che devi sapere su MySQL e troverai tutti i passaggi da eseguire per aggiornarlo all’ultima versione.

Cos’è MySQL?

MySQL è un database ed uno dei più usati al mondo. Nel caso di un sito WordPress è la sezione in cui tutti i contenuti e configurazioni del sito vengono salvati ed è estremamente importante tenerlo aggiornato e performante perché altrimenti tutto il resto del sito ne andrebbe a risentire. Bisogna quindi tenere d’occhio la versione di MySQL per verificare che sia sempre aggiornata.

Cos’è la versione di MySQL?

Quando si parla di una versione di un software, si parla di una stringa che identifica il software in un determinato momento. Solitamente le versioni sono ordinabili per versione. Come tutti gli altri software anche MySQL ha una versione, solitamente strutturata come una serie di numeri che ti permettono di distinguerle e metterle in ordine cronologico. Per MySQL la versione è strutturata come X.X.X dove X è un numero. Il significato in sé di questi tre numeri ci interessa poco ma è utile sapere che:

  • se cambia il primo numero l’aggiornamento è molto importante e molto influente sul sistema e l’aggiornamento può aver problemi;
  • se cambia il secondo numero l’aggiornamento è minore e aggiunge una piccola modifica o una nuova funzione;
  • se cambia il terzo numero l’aggiornamento non cambia le funzionalità rimuove solo uno o più bug.

Perché è così importante conoscere la versione?

Conoscere che versione hai ti permette, dopo un confronto con l’ultima versione, di sapere se il tuo database è aggiornato e ti permette di trovare facilmente che cosa è cambiato tra le due versioni attraverso la documentazione.

Ad esempio, vedendo solo un cambiamento nel terzo numero posso sapere che, per come è scritto il codice, la versione è un bugfix e non serve andare ad approfondire nella documentazione.

Grazie al numero della versione è quindi possibile controllare e decidere se è possibile fare un aggiornamento di MySQL oppure ti aiuta ad andare nella documentazione per avere altre informazioni utili per risolvere eventuali problemi.

Risulta quindi evidente l’importanza di sapere che versione di MySQL hai nel tuo server o hosting.

Come faccio a vedere che versione di MySQL è installata?

Ci sono molti modi per sapere che versione di MySQL è installata. Solitamente questi metodi dipendono dai programmi che usano MySQL o dai servizi dell’hosting. Solitamente i metodi elencati di seguito sono i più comuni per ottenere la versione di MySQL anche se ce ne sono molti altri:

  • via comandi;
  • via applicativi;
  • me lo dice l’hosting stesso.

Vediamo in dettaglio alcuni dei più comuni metodi per leggere la versione.

Lo vedo da console

Dando il comando direttamente sul terminale del server è possibile ottenere dal database stesso la versione del database.

Infatti lanciando MySQL -V il terminale tornerà a schermo la versione di MySQL con altre informazioni che ora non ci servono.

Questo metodo però ci obbliga ad avere accesso alla console dei comandi del server e spesso, soprattutto nelle situazioni di hosting, questo non è possibile.

Lo vedo da PhpMyAdmin

Avendo accesso a una istanza di PhpMyAdmin è possibile vedere che versione di MySQL è installata. Infatti, appena loggati, nella schermata di arrivo è possibile trovare le informazioni del database assieme a alcune metriche. Tra queste è possibile trovare la versione di MySQL assieme alle informazioni di status del database (numero di connessioni correnti, connessioni fallite, etc…) assieme a anche delle informazioni sul server su cui è installato.

Lo vedo da WordPress

Dentro WordPress è possibile vedere lo stato del database nella sezione health-check del sito. Qui è possibile trovare messaggi riguardanti lo stato del database e il suo stato di aggiornamento. 

Tecnicamente per avere l’effettiva versione (la stringa) bisogna installare un plugin che torni la stringa stessa però è comunque possibile sapere se MySQL è aggiornato o meno o se ci sono altri problemi legati al database.

Me lo dice il mio hosting

Se sono su un hosting, è indifferente se gestito o meno, è sicuramente indicato nel pannello di amministrazione o nelle informazioni disponibili o è comunque possibile ottenere la versione chiedendo direttamente a loro.

Prova Hosting4Agency su un sito a tua scelta per 30 giorni e confronta le prestazioni prima/dopo il periodo di prova!

Come faccio a capire se devo aggiornare MySQL

A parte WordPress, in tutti gli altri casi è necessario fare un secondo passo per vedere se la propria versione di MySQL è aggiornata o meno. Bisogna vedere nel sito di MySQL qual è l’ultima versione pubblicata e se la versione che stiamo utilizzando è ancora mantenuta e quindi quanto è pericoloso avere questa versione installata.

Quale è l’ultima versione di MySQL

Non esiste “un’ultima versione” di MySQL, perché ce ne sono sempre due di “ultime” versioni. Solitamente una stabile, mantenuta e quella precedente, stabile, mantenuta ma con un ciclo di vita più corto dell’altra definita come End of Support. Quindi bisogna fare attenzione a cosa si controlla.

Facciamo un esempio: ho il database a MySQL alla 5.7.15. 

Le versioni supportate (al momento della scrittura di questo articolo) sono tutte quelle 5.7.x (che andranno a morire a ottobre 2023) e tutte le 8.0.x (che andranno a morire ad aprile 2026). Quindi abbiamo una versione “vecchia” ma mantenuta, quindi ancora sicura, anche se abbiamo bisogno di pianificare l’aggiornamento così che almeno ad agosto 2023 abbia aggiornato ad almeno MySQL 8.0.

Guardando tutte le cifre della versione vedo anche che la mia non è l’ultima della 5.7. Infatti l’ultima versione è la 5.7.36 mentre monto la 5.7.15. Questo significa che ho dei fix minori che possono essere installati e non dovrebbero essere pericolosi e va quindi valutato almeno l’aggiornamento alla versione aggiornata di 5.7.36.

Come aggiornare MySQL

La parte più importante e delicata di tutto il processo. Nei casi più semplici bisogna solo premere un pulsante di una gui o lanciare un comando da terminale. 

Nei casi peggiori va fatto tutto a mano. In questo caso, dopo un backup bisogna iniziare a vedere i passaggi che servono. 

Bisogna infatti andare nella documentazione ufficiale nella documentazione dedicata alla versione specifica di MySQL e seguire le operazioni indicate (ad esempio queste).

Per come funzionano gli aggiornamenti di MySQL, bisogna seguire un ordine preciso di passaggi intermedi di aggiornamento, altrimenti ci possono essere problemi con i dati.

Valutazioni finali sull’aggiornamento di MySQL

Tenere aggiornato il proprio database è tanto importante quanto delicato. Per certi versi è come doversi prendere cura di una vera “creatura viva”.

Questo in realtà non vale soltanto per MySQL, ma per tutto ciò che ha a che vedere con la gestione di uno o più siti web. È per questa ragione che tenere tutto sotto controllo in autonomia può condurre a lungo termine in un aumento di stress, perdite di tempo e una conseguente cattiva gestione. 

Affidare il monitoraggio dei tuoi siti web a degli esperti invece può rivelarsi la strada migliore da intraprendere, perché ti consentirà di guadagnare in qualità del servizio e ottimizzazioni per le tue specifiche esigenze, oltre ad avere la garanzia di mantenere sempre aggiornato ogni componente dei tuoi siti web, tra cui ovviamente anche MySQL.

Se non ti sei mai rivolto ad un’agenzia che si occupa di questi servizi o semplicemente vuoi saperne di più su come possiamo aiutarti a rendere il tuo lavoro molto più semplice e privo di ogni tipo di fastidio, dai un’occhiata ai nostri vantaggi

Manterremo i tuoi siti web sempre protetti, veloci e aggiornati! E per verificarlo con i tuoi stessi occhi, ti basterà richiedere una prova gratuita

Condividi su:

Articoli correlati

Scopriamo insieme in questo articolo quale impatto ambientale hanno i servizi internet e quali sono gli step da seguire per rendere un sito web sostenibile per il pianeta.
Vuoi ottimizzare le performance del tuo sito web? Scopri tutti i vantaggi di WP Rocket, uno dei plugin di caching per WordPress più utilizzati del momento.
In questo articolo analizziamo le differenze dei tre tool di analytics self-hosted (Plausible, Matomo e Matomo WordPress) e i loro rispettivi problemi.
×

Ti serve aiuto? Parla con noi!

×