Propagazione DNS: tutto ciò che devi sapere su funzioni e tempistiche

Conosci tutti gli aspetti più importanti relativi alla propagazione DNS? In questo articolo troverai le risposte a tutte le tue domande.
Propagazione DNS

Oggi la presenza online delle aziende è un fattore imprescindibile. Dal social media marketing alle vendite online tramite eCommerce, molti processi aziendali ormai si sono spostati sul web, il che significa che l’impronta digitale di un’azienda è fondamentale. 

Supponiamo ora che tu abbia un negozio di giocattoli che si chiama “Il Mio Negozio”. Dopo aver scelto il nome, hai pubblicato un sito web che si chiama ilmionegozio.online. Ma computer, server e ISP in realtà non riconoscono o non leggono il nome ilmionegozio.online: hanno bisogno di un nome e di un indirizzo univoci, in una lingua che capiscono, cioè in formato digitale (indirizzo IP). 

È qui che entrano in gioco indirizzi IP e DNS. In questo articolo ti spieghiamo il significato di DNS (Domain Name System), come funzionano e come si propagano nel web.

Cosa sono i DNS (Domain Name System)

A ogni sito web viene assegnato un numero univoco che funge da indirizzo digitale. Questi sono i numeri che i server e l’ISP (Internet Service Provider) memorizzano nella loro cache. Il sistema utilizzato per allocare, organizzare e tenere traccia di questi numeri è chiamato DNS, Domain Name System. Questi numeri univoci sono chiamati indirizzi IP (protocollo Internet). 

Il DNS è il sistema utilizzato per convertire siti web o nomi di dominio a misura d’uomo nei loro corrispondenti indirizzi digitali (indirizzo IP).

Il server che conserva tutte queste informazioni (nomi di siti web e relativi indirizzi IP) è chiamato Domain Name Server. Ogni dominio (sito web), di solito, ha almeno due server DNS.

Modifica e tempo di propagazione dei DNS

Iniziamo con un esempio: è da qualche tempo che tuo sito ilmionegozio.online è online e la tua azienda sta lavorando a un processo di rebranding. Hai deciso di cambiare il nome del tuo negozio da “Il Mio Negozio .online” a “Il Tuo Negozio .com” quindi vuoi cambiare anche il nome del sito web.

Quindi, vai al pannello di controllo del tuo sito Web e cambia il nome del tuo sito Web in iltuonegozio.com. È qui che entra in gioco la propagazione DNS. Ora, è importante capire che la propagazione del DNS è indipendente dal tipo o dal piano di hosting. Anche se disponi di un moderno piano di hosting VPS o di un piano di hosting condiviso stabile, la propagazione DNS ti influenzerà comunque allo stesso modo.

Quando cambi il nome del tuo sito web, hai sostanzialmente apportato modifiche al file DNS. Ciò significa che ogni server DNS nel mondo (compresi quelli del tuo ISP, ad esempio Telecom Italia) deve essere aggiornato su queste nuove modifiche. Il processo in cui i server DNS aggiornano le informazioni sui domini è chiamato propagazione DNS.

Dato che sappiamo che ogni singolo server DNS nel mondo deve apportare una modifica, è naturale che questo processo richieda del tempo. Di solito, il completamento della propagazione del DNS richiede da una a 24 ore. Ci sono anche casi in cui ci vogliono fino a 72 ore.

Noi facciamo uso di DNS autoritativi e, salvo casi eccezionali, otteniamo il risultato di propagazione in meno di 4 ore.

Vuoi saperne di più sui nostri servizi? Clicca su questo pulsante. 

Come funziona la propagazione DNS

Diamo un’occhiata a come avviene esattamente la propagazione del DNS. Quindi, supponiamo che tu viva in Spagna a Barcellona e che tu abbia appena cambiato il nome del tuo sito web che è ospitato sui nostri server a Vicenza, Italia.

  1. Cache DNS locale e ISP locale: normalmente, quando qualcuno apre il tuo sito Web, la sua richiesta non va direttamente al server di hosting web. Invece, se la persona effettua l’accesso, ad esempio da Londra, il computer controlla prima la cache DNS locale e poi a un ISP locale.
  2. Provider a monte: da qui, la richiesta va a un provider a monte, diciamo, a Parigi.
  3. Punto di ricezione nel Paese/regione di destinazione: da Parigi, la richiesta viene trasferita al primo punto di ricezione in Italia: Milano.
  4. ISP di destinazione: è solo allora, dopo tutto questo saltellamento, che la tua richiesta raggiunge l’ISP dell’Italia, probabilmente Telecom.

Tempo di propagazione DNS 

Quello espresso nel paragrafo precedente è solo un esempio (non necessariamente un percorso prestabilito per ogni o qualsiasi richiesta). Il processo però è importante per capire perché la propagazione DNS richiede un po’ di tempo.

Ad ogni passo in questo modo, ovvero in ogni città a cui viene inviata la richiesta, i nodi ISP controlleranno la propria cache per vedere se hanno le informazioni richieste per il dominio.

Se questi nodi non dispongono delle informazioni richieste, le cercano e le salvano (DNS cache) per accelerare il tempo di caricamento in futuro. Ciò ridurrà anche il traffico. Questi nodi, tuttavia, hanno intervalli di aggiornamento specifici.

Ciò significa fondamentalmente che un server potrebbe avere informazioni aggiornate mentre un altro potrebbe non averle. Questo è il motivo per cui la propagazione del DNS non avviene istantaneamente e quindi richiede tempo.

Prova Hosting4Agency su un sito a tua scelta per 30 giorni e confronta le prestazioni prima/dopo il periodo di prova!

Gli aspetti pratici della propagazione DNS

Se sei il proprietario di un sito web, probabilmente avrai dubbi più concreti sulla propagazione dei DNS.

Prima di tutto, c’è un modo per accelerare la propagazione del DNS?

Sì. Il più delle volte, le modifiche non richiedono davvero 48 o 72 ore. Di solito accade in 5/6 ore. Anche dopo circa sei ore, se non vedi le modifiche che hai apportato, potresti dover svuotare la cache DNS.

Questo è fondamentalmente un processo in cui elimini le vecchie informazioni DNS e consenti alle vecchie tabelle di aggiornarsi.

Ma se 6 ore sono ancora troppe per te e vuoi accelerare il processo, c’è una cosa che puoi fare: modificare le impostazioni TTL prima della modifica dei DNS. TTL sta per Time To Live.

Accelerare propagazione DNS

Cos’è il TTL (Time to Live) e come può influire sul tempo di propagazione DNS?

TTL è fondamentalmente il periodo di tempo per il quale i server in tutto il mondo memorizzano nella cache i tuoi record DNS. Quindi, supponiamo che il tuo TTL sia di 1 ora. I server DNS, in questo caso, memorizzeranno i tuoi dati per 1 ora prima di tornare al server principale e autorevole (authoritative DNS server) per le informazioni aggiornate.

Se riduci questo tempo a un’ora, i server DNS torneranno al “server autorevole” ogni ora e riceveranno informazioni aggiornate. Ciò ridurrà il tempo di propagazione DNS. Ma c’è un problema.

Ciò aumenterà anche lo stress sul tuo “server autorevole” e comporterà una bassa velocità di elaborazione e stress sul sito web. Quindi, fallo solo se sai esattamente cosa stai facendo. Per tutti gli scopi pratici, non è necessario modificare il TTL. La propagazione del DNS non richiede troppo tempo.

Se vuoi controllare fino a che punto è progredita la propagazione DNS, ci sono vari strumenti gratuiti su Internet che puoi utilizzare per confermare le posizioni in cui le tue informazioni DNS sono state aggiornate. Noi usiamo abitualmente https://dnschecker.org.

Propagazione DNS: Riepilogo 

Con tutti questi strumenti e tempi di propagazione DNS relativamente rapidi, la modifica dei dettagli DNS non dovrebbe essere troppo stressante per te. Tuttavia, c’è una miriade di guide e video online che ti aiutano in ogni fase del processo. E in qualsiasi fase, se non sei esattamente sicuro di cosa sta succedendo, puoi sempre contattarci!

Prevenire infatti è meglio che curare, specialmente se riguarda un mondo tecnico come Internet e se il tuo business dipende da questo.

Come per esempio hai potuto notare a proposito del TTL, tra ottimizzare i tempi e danneggiare i tuoi siti web, il passo è breve. È proprio per questo che, se vuoi davvero essere sicuro di gestire i tuoi siti web nel modo migliore possibile, ottimizzando i tempi e portando al massimo le prestazioni, il nostro consiglio è quello di rivolgerti a dei professionisti esperti nel settore.

E se hai intenzione di seguire questa strada, perché scegliere proprio noi? Ecco tre ragioni principali:

  • A differenza dei grandi provider, Hosting 4 Agency offre un’assistenza dedicata ad ogni azienda, con personale tecnico dedicato che conosce in profondità le tue esigenze
  • Mentre i giganti dell’hosting crescono con offerte e servizi standard, noi possiamo permetterci il lusso di darti solo servizi custom, cuciti su misura sulle tue esigenze e quelle dei tuoi clienti
  • I nostri pacchetti hosting includono licenze e servizi che molto spesso i grandi provider escludono dai loro piani per farli pagare come servizi extra quando ne avrai bisogno (es. i backup).

Per scoprire nel dettaglio tutti i nostri vantaggi, clicca qui. Troverai anche un form da compilare per richiedere una prova gratuita dei nostri servizi!

Condividi su:

Articoli correlati

Scopriamo insieme in questo articolo quale impatto ambientale hanno i servizi internet e quali sono gli step da seguire per rendere un sito web sostenibile per il pianeta.
Vuoi ottimizzare le performance del tuo sito web? Scopri tutti i vantaggi di WP Rocket, uno dei plugin di caching per WordPress più utilizzati del momento.
In questo articolo analizziamo le differenze dei tre tool di analytics self-hosted (Plausible, Matomo e Matomo WordPress) e i loro rispettivi problemi.
×

Ti serve aiuto? Parla con noi!

×